Tradire “online”

Ci sono delle differenze tra l’infedeltà reale e il tradimento virtuale?

E’ una domanda che sempre più persone si fanno. Possiamo dire che entrambi provocano una sofferenza reale, perchè entrambi rientrano nella definizione di: atto sleale e di infedeltà ai danni di qualcun altro.

Delineare nitidamente i confini di questo gesto, però, è assai più complicato.

In genere possiamo parlare di tradimento quando abbiamo una relazione extraconiugale nonostante l’impegno con il nostro partner, o anche quando baciamo qualcun altro. Possiamo estendere la cosa anche allo scambio di messaggi con il nostro/a ex esprimendo il volere di andare oltre al rapporto epistolare.

Ma quando si chatta?
Quando si inviano messaggi, note vocali e/o fotografie?
Possiamo considerare tutti questi esempi dei “Tradimenti”?
Una domanda dalla quale sempre più persone sono afflitte senza però trovare alcuna risposta.

Quello che è certo è che con la diffusione di internet e dei social network sono state tante, troppe, le trasformazioni nella vita di coppia facendo emergere un dato disarmante: quello del tradimento online.

In Italia, poi, c’è stato un vero e proprio boom. Gleeden, la community di infedeli d’Italia ha rivelato che nell’ultimo anno si è registrato un aumento del +300% di iscrizioni sui siti d’incontri.

Da uno studio dell’università dell’Iowa su un campione della città di Chicago, pubblicato dalla rivista Perspectives on Sexual and Reproductive Health, si evince che su 783 intervistati di età compresa fra i 18 ed i 60 anni di età, almeno un terzo di queste persone aveva avuto una relazione extraconiugale.
Da questo studio è emerso che le donne tradiscono nella stessa percentuale degli uomini, visto che su cento uomini i “traditori” maschi sono quasi una decina e le donne appena al di sotto di dieci.
Altra risposta interessante che si evince da questo studio, è quella ricevuta dal 17% degli uomini che hanno dichiarato di aver tradito il proprio partner in risposta ad un presunto tradimento di quest’ultimo.

In questo caso la percentuale di donne che tradisce si abbassa al 5%, un segno importante che dimostra come la donna tradisca non per vendetta, ma perché, probabilmente, cambiano le proprie aspettative all’interno del rapporto.
Questo è vero per quanto riguarda i tradimenti agiti realmente, per l’online le modalità non cambiano, ovvero, non ci sono differenze rilevanti tra uomini e donne nel condurre una relazione extraconiugale.

Le sole differenze sia online che nella realtà sono psicologiche, infatti le donne sembra che associno la relazione furtiva ad un coinvolgimento emotivo e amoroso, il tutto collegato ad un’insoddisfazione matrimoniale, ma hanno più difficoltà rispetto agli uomini a viverla clandestinamente.

Gli uomini invece, associano il tradimento più al piacere sessuale che all’amore, sembra inoltre che non hanno grandi difficoltà a vivere la relazione clandestina, anzi, addirittura potrebbe anche aumentare il piacere della relazione.

La stessa idea di sesso è molto diversa.

Gli uomini intendono con questo termine una qualsiasi attività sessuale, mentre le donne vi includono anche attività fisiche, sessuali o emotive con qualcuno con cui si ha un legame, anche i balli sensuali, gli appuntamenti intimi e le email esplicitamente sessuali rientrano nel novero.

La fiducia insomma, è il centro di tutto; è ciò che ci lega all’altro, è il collante di ogni tipo di relazione esistente.

Photo by CHUTTERSNAP on Unsplash

Senza fiducia viene minato il senso stesso dello stare insieme, rimaniamo soli, ci isoliamo dall’altro che ci ha tradito e siamo costretti a confrontarci con i nostri demoni interiori.

Subire un tradimento ci forza alla riflessione e alla crescita personale. Condividi il Tweet

Per quanto riguarda ciò che è online, se gli incontri ci sono stati realmente nessuno può saperlo, quello che è certo è che sempre più persone, virtualmente, scelgono consapevolmente di intessere nuove relazioni.

Perchè si tradisce online?

Sembra che le motivazioni alla base, siano le stesse del tradimento “classico”, ovvero l’insoddisfazione della propria vita di coppia, eventuali problemi e incomprensioni, il calo del desiderio e delle emozioni e la voglia di evadere dalla routine.

L’online fa diminuire i sensi di colpa, dopotutto ci si ripete la frase: “non sto facendo nulla di male”, “è solo un diversivo momentaneo che non avrà conseguenze”.

La verità è che se il tradimento virtuale differisce in qualche modo da quello consumato, la sofferenza provocata è reale.
Non si può quindi escludere che anche i tradimenti virtuali possono creare delle spaccature all’interno della coppia, quello che è certo è che provoca conseguenze, sempre, anche quando resta confinata nel mondo del web.

 


Per approfondimenti: i miei libri su amazon

 

La menzogna nell’uomo e nella donna

Perchè mi tradisci

 


Ultimi articoli pubblicati su Medium…

 

 

#sesso #corpo #linguaggio #comunicazione #nonverbale #linguaggiodelcorpo #comunicazionenonverbale #imigliorilibrisullinguaggiodelcorpo #seduzione