Se abbiamo a che fare con una persona che sospettiamo stia mentendo, ci sono alcuni indizi utili da tenere presenti.

Innanzitutto occorre sapere che è più facile smascherare il bugiardo “in diretta”, cioè quando siamo faccia a faccia con lui, perchè in questo modo non ha tempo per elaborare una storia sufficientemente credibile.

Se avete la fortuna di avere di fronte una persona con gli occhi chiari, noterete che (mantenendo la stessa esposizione alla luce), le pupille possono dilatarsi,  reazione è frequente in chi mente.

Vediamo alcuni esempi che ci possono aiutare a smascherare un bugiardo

Attenzione ai secondi iniziali

Le informazioni più importanti sono rilevabili entro 5 secondi dopo che la domanda è stata posta.

In genere tutti noi parliamo ad una velocità di 125-150 parole al minuto e pensiamo almeno 10 volte più velocemente, ne deduciamo che tra domanda e risposta si genera una reazione, per questo motivo occorre prestare attenzione ai dati visivi e uditivi che riceviamo dopo aver fatto una domanda.

Mettere in buona luce se stessi

Per riuscire ad esser creduto, un bugiardo potrebbe mettere  in mostra qualcosa di sè stesso, che mostri quanto sia sincero. Nel libro Non puoi mentirmi - gli autori (tre ex agenti della CIA) fanno un esempio di questo tipo: il loro sospettato invece di rispondere alla domanda “chi ha rubato i soldi”, ha portato gli agenti nel parcheggio sotto l’edificio, dove aveva parcheggiato la sua auto e mostrato loro che il portabagagli era pieno di bibbie“Ogni settimana le porto dovunque ce ne sia bisogno per conto della mia chiesa” .

Questa azione tesa a mettere in buona luce se stesso è un buon esempio di quanto stiamo dicendo. Quell’uomo, ben vestito, con il bagagliaio pieno di bibbie, aveva invece rubato i soldi dalla borsa della collega, e alla fine lo ammise!

Quindi:  attenzione ad affermazioni volte a mettere in buona luce il soggetto.

 

Far ripete le domande

Le persone bugiarde rispondono come se non capissero le domande.

Rispondono discutendo sul significato delle parole usate, rispondono con generalizzazioni sul fatto , oppure narrando in modo ultradettagliato una storia. Possono rifiutarsi di rispondere o far ripetere la domanda per prendersi un pò più di tempo per rispondere.

Un chiaro esempio di come “discutere dell’argomento” lo abbiamo notato in Bill Clinton  durante il caso Lewinsky.
Nelle fasi iniziali  del  processo a Clinton venne chiesto se la seguente affermazione fosse falsa: “… non c’è stato assolutamente sesso di ogni tipo, o maniera, o forma, con il presidente Clinton”. 

Clinton replicò  in modo insolito questionando sull’interpretazione delle parole utilizzate e sul loro significato.  Ovviamente non sapeva come rispondere alla domanda.

Esistono anche numerosi segnali oculari per smascherare le menzogne, ma ne abbiamo già parlato - clicca qui -, però bisogna fare molta attenzione a quanto abbiamo appena detto.

La conoscenza di queste tecniche non è sufficiente per smascherare i bugiardi. E’ infatti necessaria una pratica.

Non serve a nulla guardare talk show, interviste o altre cose dove le persone si trovano a dover rispondere alle domande e osservare i comportamenti, perchè senza un percorso in aula dove si è seguiti dal vivo, uno ad uno, in un setting controllato, non si riesce a mettere in atto un granchè.

Proprio per questo consigli sempre di frequentare un corso sul linguaggio del corpo e microespressioni facciali per ottenere tutte le informazioni necessarie, ma sopratutto come metterle in pratica nella vita reale.

Corso LDC

Podcast – Scoprire le menzogne

Ti invito a seguire il mio canale telegram – clicca qui – sul linguaggio del corpo, dove pubblico con regolarità articoli, e file audio su questo tema.

Se nel canale cerchi #podcast troverai più di 100 file audio su: bugie, linguaggio del corpo e microespressioni facciali, che ho curato personalmente. Per ascoltare l’ultimo file audio pubblicato clicca sull’immagine qui sotto.

Buon ascolto!

Podcast Telegram – Come scoprire bugie

 

 

Parliamo di molti altri segnali non verbali e tecniche di linguaggio del corpo nella nostra
newsletter. Non sei ancora iscritto?

Allora sbrigati, clicca qui  ===> Iscriviti alla NEWSLETTER <===

 

 

———————————————————

Continua a seguirci sui social

Telegram  http://telegram.me/formaementis

———————————————————