E’ andata in onda proprio qualche giorno fa, la mia intervista sul linguaggio del corpo e venditori sulla web radio dedicata proprio agli agenti di commercio.

Qui sotto riporto il file audio per chi si è perso la puntata.

Puntata del 15.07.2019 – IL PORTAFOGLIO

Il titolo della puntata era: Vorresti essere nella testa del tuo cliente?

In pratica: Vorresti capire al volo come indirizzare meglio quello che stai proponendo per portare a termine la trattativa il più velocemente possibile?

Quanto potrebbe essere tutto più facile se fossimo in grado di leggere tutti i segnali dei nostri clienti…


È importante ricordare che ogni singolo gesto non significa nulla se non viene analizzato nel contesto in cui esso avviene.

Ad esempio: si pensa che incrociare le braccia sia universalmente un gesto di chiusura, ma non è necessariamente così.
Potrebbe essere una posizione comoda per il nostro interlocutore o una reazione causata dal freddo.

Un gesto, se non accompagnato da un cosiddetto “riverbero gestuale”, cioè da un atteggiamento che dà valore al primo, potrebbe non indicare alcun segnale di gradimento o, al contrario, di distacco.

Certo è che se l’incrocio delle braccia è accompagnato dal raschiamento della voce e dal corpo che tende ad andare all’indietro, allora questo può davvero essere valutato come un segnale di chiusura.

Sempre meglio che avere un cliente con una faccia da poker! Almeno possiamo avere una chance di decifrare i segnali che ci manda.

 

Clicca qui per il link della trasmissione con il file audio

 

Se vuoi approfondire l’argomento, ti aspetto al nostro prossimo corso sul linguaggio del corpo,
chiama gratis il numero verde 800 032 882 oppure scrivi a info@formaementis.net

Avrò il piacere di seguirti di persona durante tutto il percorso della durata di 2 giorni (full immersion), per questo ho scelto il numero chiuso, massimo 10 persone.

La rifrequenza è sempre gratuita – Attestato finale