Category: psicologia (page 3 of 4)

Come sviluppare il nostro focus mentale

Per poter raggiungere i nostri obiettivi è fondamentale sapere che la focalizzazione sul risultato permetterà al nostro cervello di attingere costantemente al potenziale che abbiamo a nostra disposizione.

Se è la prima volta che leggi questo blog puoi approfondire quanto abbiamo già detto sul potenziale umano andando a leggere qualche vecchio post oppure vai ad ascoltare il podcast sull’argomento - clicca qui per ascoltare il podcast sul potenziale umano –

Molto spesso ci illudiamo di agire, esistono persone che dicono a loro stesse frasi del tipo: «Sono molto impegnato oggi, quindi faccio progressi», oppure «Nessuno apprezza quanto realmente faccio», «Ho talmente tanto da fare che non posso fermarmi».

Continue reading

Metamodello seconda parte. Gli operatori modali

 

Nel post precedente abbiamo esaminato i quantificatori universali,ora prenderemo in considerazione gli operatori modali, che suddivideremo in operatori modali di necessità e di possibilità.Iniziamo con il dire che tra gli operatori modali di possibilità troviamo tutte quelle risposte che comprendono termini come “non posso”.

Ad esempio, immaginiamo di parlare con un nostro amico che ci dice “Non posso svolgere questo lavoro”, oppure “È impossibile questa situazione, non posso…”.

Sappiamo di non dover replicare con un “perché”, ma cercare di spostare il focus mentale del nostro amico sulla soluzione del problema, quindi la frase che useremo sarà “Cosa ti impedisce di..”, “Chi ti impedisce di…”.

Tra gli operatori modali di necessità rientrano le frasi che contengono il termine “devo”, ad esempio:

Devo assolutamente fare quella cosa..
È necessario che la faccia, a tutti i costi

Continue reading

Metamodello parte prima. La generalizzazione in PNL

 

Se mi segui da un pò di tempo su questo blog, o sul mio blog aziendale formaementis, sai già che qualsiasi cosa la nostra mente è costretta ad elaborare, costa fatica.

Il lavoro, che sia cerebrale o fisico, non piace a nessuno, neanche al nostro cervello.

Sappiamo che la mente trova più facile lavorare tramite immagini e, attuando questo procedimento, semplifica notevolmente le cose, semplifica la nostra vita, ma non è il solo metodo che usa per agevolarci e farci vivere meglio.

Quante volte la nostra mente ci aiuta – per lo più in modo inconscio – tutti i giorni?

Continue reading

[Podcast] Trappole mentali

Ti chiedi mai quale è la persona con la quale parliamo di più in assoluto, tutti i giorni della nostra vita?

Esatto! Siamo noi stessi. Il nostro dialogo interiore è fatto di pensieri che a loro volta suscitano immagini ed emozioni.

Le immagini possono generare pensieri positivi, rilassanti o anche ansie, preoccupazioni.

La conversazione negativa influisce sulle circostanze, rendendole ostili.

La comunicazione verso gli altri è importante, ma la comunicazione verso noi stessi lo è ancora di più.

Il resto ascoltalo nel podcast ….

Continue reading

Il segreto per far crescere felici i figli

Come potrebbero crescere i nostri figli lontano dalla tecnologia?

Tablet, smartphone, videogiochi e televisione: nel mondo di oggi i bambini, anche quelli piccolissimi, fanno ogni giorno i conti con la tecnologia.

Questi strumenti sono diventanti fondamentali e siamo convinti di non poterne fare a meno. Ma ne siamo veramente sicuri?

Ormai è normale vedere i bimbi giocare con il cellulare, lo vedo anche a casa mia, mia figlia di quasi 4 anni quando accende il mio tablet sembra usarlo meglio di me, e per fortuna lo prende solo pochi minuti al giorno (e di nascosto).

Continue reading

Blue Whale – L’antidoto esiste… è nella nostra mente

Premetto che almeno per me, è stata una notizia shock l’aver appreso dell’esistenza di questo virus chiamato Blue whale, e vista la diffusione incredibile che c’è stata in rete, dopo il servizio delle iene (#bluewhale tra le prime 10 posizione su twitter) ho notato che non sono stato il solo ad esser rimasto senza parole.

Ho voluto approfondire l’argomento cercando in rete qualcosa che mi aiutasse a capire il perchè di questo fenomeno e ho trovato del materiale che mi ha fatto riflettere.

Come laureato in psicologia, esperto di comunicazione non verbale ed emotiva, ho trovato il fenomeno ben preparato a tavolino, e se posso, vorrei lasciare un piccolo aiuto per capire meglio la cosa, ma sopratutto, classificarla come dovrebbe essere.

Se siete stati attenti, avrete notato che non sto usando la parola gioco, e ne spiegherò a breve il motivo.

Cercherò di spiegare con parole semplici il tutto, perchè questo possa esser di aiuto a tanti ragazzi o genitori che cercano risposte in merito a questo complesso problema.

Continue reading

Ottenere risultati con il metodo M.A.D.E.

Il nostro cervello si nutre di immagini, ma le immagini che affollano la nostra mente parlano una lingua che a volte non comprendiamo.

Faccio un esempio per chiarire meglio il concetto: se ci poniamo come obiettivo il parlare ad una platea numerosa e non ci reputiamo buoni comunicatori, il fatto stesso di reputarci (o meglio, crederci) buoni comunicatori potrebbe fare la differenza.

Perchè?
Quali immagini hanno di solito nella loro mente le persone che hanno paura di parlare in pubblico?

È dimostrato che, il più delle volte, tali persone prima di iniziare un discorso, si ripetono mentalmente frasi come «Non mi devo emozionare», «Non devo andare nel pallone», «Stavolta non mi devo bloccare», «Stavolta non voglio fare una brutta figura».
Quali immagini evocano queste parole?

Continue reading

Body Language Training – Le emozioni della menzogna

Questo articolo fa parte di una piccola rubrica dedicata esclusivamente ai casi pratici sull’analisi del linguaggio del corpo e micro-espressioni facciali, il suo scopo è fare un po’ di esercitazioni pratiche.

Questi esercizi fino a poco tempo fa, li condividevo via mail solo con i partecipanti ai miei corsi, per aiutarli a restare “allenati” nel riconoscimento di alcuni segnali non verbali e sul mio blog aziendale formaementis, in un’apposita rubrica.

Siete veramente in tanti a seguire la mia newsletter e ogni giorno si aggiungono altre persone, il minimo che posso fare è continuare a dare contenuti di qualità per mantenere alti gli standard.

Il riportare alcuni casi tratti “dal vivo”, e non postare solo articoli teorici, a questo punto è la cosa migliore da fare per mostrare cosa può fornire la conoscenza del linguaggio del corpo.

Posteremo ogni tanto alcuni filmati che prenderemo dal web, tratti da trasmissioni televisive o altro materiale che comunque è stato già trasmesso per fare un pò di esercizio su casi reali.

Ci sono ovviamente altri segnali non verbali, ma questo video ha solo lo scopo di voler prendere in esame alcuni di questi.

Il video che andremo ad analizzare riguarda il caso di sarah scazzi, in particolare le emozioni di Sabrina Misseri

Continue reading

Seguitemi su Telegram

Da pochi giorni ho creato un canale telegram,
per trovarlo il suo nome è @formaementis, lo puoi trovare anche al link:https://telegram.me/formaementis

E’ nato da poco ma l’affluenza degli iscritti è stata da subito notevole, proprio oggi abbiamo superato i 7000 iscritti.
Da subito sono arrivate le iscrizioni al canale e siamo saliti tra i primi posti in poco meno di un mese nella classifica di telegram-Italia.

Ad oggi siamo in pole position tra i più votati, nella categoria “Cultura“.

Se sei già iscritto a telegram vota il nostro canale a questo link - clicca qui- contribuirai a far conoscere ancora di più le nostre attività.

Continue reading

Esiste una normativa per chi fa coaching?

Oggi stanno fiorendo nuove mode (non è che in passato non ce ne siano state, ma dal 2013 la domanda ho notato sta salendo) come il coaching e il counselor che si prefiggono il benessere psicologico del cliente.

Occupandomi anche di formazione, ricevo almeno una o due telefonate a settimana di persone che vogliono diventare coach o counselor (a volte confondono questi due termini, non sapendo che indicano due figure professionali distinte), e dalle domande che ricevo ho capito solo una cosa: nessuno ha chiaro in testa cosa deve fare.

Continue reading

Older posts Newer posts

© 2020 FABIO PANDISCIA

×
invia un messaggio