Se il destino dell’uomo è annegare… annegherà anche in un bicchiere d’acqua

Nella vita di tutti noi sono esistiti e continueranno ad esistere momenti “particolari”: i momenti in cui decidiamo cosa fare.

Riguardano ogni cosa, dalle più semplici come “quali vestiti indosserò oggi?

Cosa decido di mangiare a cena?” fino ad arrivare alle più complesse: Cambiare città, sposarsi, avere un figlio, cambiare lavoro, ecc.

Tutti noi quindi decidiamo continuamente, ogni giorno, a volte senza neanche accorgerci di come e quando lo facciamo.

Non esistono persone che non decidono; magari esistono persone che decidono con difficoltà, ma non è possibile non decidere, cosi come non è possibile non avere dei cambiamenti nel corso della nostra vita.

La difficoltà nel prendere una decisione è a volte sinonimo di “paura del cambiamento”, ma anche se non intraprendiamo nessuna azione, alla fine cambieremo, volenti o no.

E’ un argomento che tratto spesso nelle newsletter quindi se mi segui da un pò, già sai di cosa sto parlando.
Come?
Non sei ancora iscritto?
Fallo ora, clicca qui per iscriverti alla newsletter

Non è questione di “destino“, il destino lo creiamo noi e lo conformiamo alla nostra realtà con vari frasi o proverbi che funzioneranno come vere e proprie credenze.

Se il destino di un uomo è annegare, annegherà anche in un bicchiere d'acqua - Proverbio Yiddish Condividi il Tweet

Comunque sia, le cellule del nostro corpo sono in continua evoluzione: ogni tre mesi circa tutte loro subiscono un radicale cambiamento.

Anche se ci sottoponessimo a continui lifting e cure di bellezza, invecchieremo, non è possibile quindi non cambiare.

Il cambiamento è una componente essenziale della nostra vita, avviene spontaneamente, il miglioramento no, quello dipende da noi.

Molto spesso le persone hanno bisogno di “preparasi” al cambiamento, nella nostra cultura abbiamo imparato che cambiare è difficile e richiede tempo, ma non è sempre così.

A volte siamo noi stessi che rendiamo la cosa più difficile di quanto è realmente.

 

*************************************
Vuoi conoscere come linguaggio del corpo influenza le nostre decisioni?
Parleremo anche di questo nella prossima edizione del corso Linguaggio del corpo e micro-espressioni facciali
Prenotati ora o richiedi informazioni, clicca qui sotto:
===> Corso Linguaggio del corpo <===

*************************************

 

Le nostre opinioni, le nostre credenze si sviluppano solitamente in periodi lunghi e forse proprio per questo non siamo disposti a rinunciarvi facilmente, perché ci è costata una certa fatica sviluppare tali credenze.

 

Spesso ci ritroviamo a pensare che i nostri valori e le nostre convinzioni debbano in qualche modo essere stabili se vogliamo essere a nostra volta delle persone “solide” e il ritrovarsi improvvisamente su un terreno instabile può farci insorgere ansia.

La cosa che in questi casi può darci speranza, è ricordare che tutti noi abbiamo superato situazioni che all’inizio non riuscivamo a capire ed affrontare, purtroppo però tendiamo a dimenticarcene proprio in quei momenti in cui dovremmo ricordarli con chiarezza, in modo vivido e preciso.

A volte siamo schiavi delle nostre abitudini e spesso neanche ce ne rendiamo conto; personalmente, trovo conferma di queste abitudini ogni giorno nella mia palestra, dove naturalmente prima e dopo ogni lezione ogni partecipante usa gli spogliatoi.

La cosa interessante è che ognuno dei partecipanti usa di solito lo stesso armadietto e dopo qualche mese ogni armadietto sembra avere un “proprietario”.

All’arrivo di qualche nuovo iscritto trovo sempre qualcuno visibilmente seccato quando trova il “suo” armadietto occupato da qualcun altro.

Cosa è successo?

Semplice!
L’uso continuo dello stesso armadietto ha permesso l’instaurarsi di un’abitudine.

Certo, uscire fuori dalle nostre abitudini ci sottopone a stress, uscire dalla nostra cosiddetta “zona di comfort” può far sembrare la vita più “difficile da controllare” e il controllo delle cose ci dà sicurezza.

Ma se ci pensiamo bene, tutte le volte che abbiamo imparato cose nuove, tutte le volte che abbiamo fatto cose straordinarie, le volte che abbiamo agito e portato risultati concreti nella nostra vita, sono le volte in cui abbiamo deciso di uscire dalla nostra zona di comfort!

Non v’è rosa senza spine. Ma vi sono parecchie spine senza rose.”
ARTHUR SCHOPENHAUER

 

Libro ConsigliatoCome ottenere ciò che vuoi -

di Fabio Pandiscia e Antonio Meridda, Edizioni Franco Angeli.

In Tutte le librerie oppure clicca qui.

 

 

2 Comments

  1. Gianni Silvestri

    21 dicembre 2015 at 23:46

    Non esiste il destino!
    Il giorno che cambi strada accade lo stesso quello che accade con un altra strada?
    Hehehe mi sa che hai ripreso la strada vecchia ….

Rispondi

© 2019 FABIO PANDISCIA

×
invia un messaggio