pauraSpesso ci ritroviamo a pensare che i nostri valori e le nostre convinzioni debbano in qualche modo essere stabili se vogliamo essere a nostra volta delle persone “solide” e il ritrovarsi improvvisamente su un terreno instabile può farci insorgere ansia.

Abbiamo quindi paura dell’ignoto, paura di cambiare.
Ma il cambiamento è inevitabile in ognuno di noi.

Quello che può accadere quando si prende in considerazione l’idea di cambiare è che ci troviamo di fronte ad atteggiamenti mentali o opinioni radicate che indeboliscono la motivazione, ma raramente queste opinioni risultano valide.

Sono molte le frasi che sottendono questa paura del cambiamento, una frase che si usa dire spesso è: “Mio marito/moglie è incapace di cambiare”.

E’ ovviamente una frase limitante, perché tutti cambiamo, continuamente.

Non esistono persone incapaci di cambiare.

 

“Se vuoi cambiare il tuo destino, cambia il tuo atteggiamento.” 
(Amy Tan) 

La difficoltà nel prendere una decisione è a volte sinonimo di “paura del cambiamento”, ma anche se non intraprendiamo nessuna azione, alla fine cambieremo, volenti o no.

Comunque sia, le cellule del nostro corpo sono in continua evoluzione: ogni tre mesi circa tutte loro subiscono un radicale cambiamento.

Anche se ci sottoponessimo a continui lifting e cure di bellezza, invecchieremo, non è possibile quindi non cambiare.

Il cambiamento è una componente essenziale della nostra vita ( Pandiscia , 2011) non possiamo però dire la stessa cosa del miglioramento, perchè questo dipende da noi.

Se si ha un giusto atteggiamento, tutto sembra facile e il mondo ci sorride. Se viceversa si ha l’atteggiamento sbagliato, tutto sembra oscuro e minaccioso. La prima cosa da fare, dunque, è ottenere il giusto atteggiamento!

braccia-incrociate-bodylanguageLa maggior parte delle persone pensa che per ottenere un giusto atteggiamento bisogna per forza rivolgersi all’esterno.

Se si ha fortuna, una buona occasione o una bella notizia, si avrà un BUON atteggiamento.

Se le cose girano male, si hanno brutte notizie o si ha un colpo di sfortuna, si avrà un BRUTTO atteggiamento.
Ecco la prima, fondamentale notizia: E’ DEL TUTTO FALSO!

Se ci pensi bene ti renderai conto che la fortuna e la sfortuna possono modificare solo in minima parte la tua vita, mentre ciò che conta davvero è la tua REAZIONE a questi eventi.

Se sei una persona che si ritiene triste e depressa, anche la migliore delle notizie potrà renderti felice per poco tempo.

Se sei una persona ottimista e positiva, la peggiore delle notizie potrà renderti triste per poco tempo.

Gli eventi esterni ci modificano, certo. Ma in effetti siamo NOI a decidere come reagire ad essi.

 

************************************************
Non sei ancora iscritto alla mia newsletter?
Allora clicca qui sotto
===> Iscriviti alla Newsletter <===
************************************************

tempo

Ora, vediamo insieme come MODIFICARE un atteggiamento negativo in uno positivo.

Abbiamo già tutti gli strumenti necessari, e son tutti a portata di mano.

Ti sembra assurdo? Eppure è così!

Quando avveleniamo il nostro corpo con alcolici e droghe, per cercare di ottenere felicità e allegria, in realtà stiamo lavorando CONTRO noi stessi.

Siamo nati con tutto l’occorrente per vivere felici.

Pensa ai bambini: hanno bisogno di drogarsi o ubriacarsi per essere felici?

O servono chissà quali eventi esterni?

No.
Un bambino trova in ogni ambito un motivo di allegria, e il loro stato cambia di continuo.
Se li osservi noterai il primo dei tre elementi della cosiddetta “TRIADE” in grado di cambiare in un attimo il morale.Il primo dei tre è la FISIOLOGIA.

Con essa intendo il modo di camminare, muoversi e tutto ciò che dipende dal corpo.

Possiamo provare con tutta la convinzione possibile ad essere allegri mentre siamo abbacchiati, con gli occhi bassi, le spalle strette, sospirando e con la testa china… prova.

sadAssumi questa postura, tieni il viso corrucciato e triste, con la bocca imbronciata e l’espressione cupa… e cerca di avere pensieri felici e motivanti, SENZA CAMBIARE POSIZIONE.

È difficile? Certo che sì!

Il nostro corpo rispecchia ciò che pensiamo, e senza cambiare la postura SA che deve pensare cose negative, in questo modo.

Ora, prova contraria: sorridi, assumi l’espressione felice, stai con la schiena ben dritta, sguardo rivolto verso l’alto, spalle ben aperte, e prova a pensare cose tristi ancora una volta SENZA CAMBIARE

È probabile che tu pensi di vivere nel modo “giusto” o che la tua vita sia così perché TU sei così. Ma anche questo fatto E’ DEL TUTTO FALSO!

Anche stavolta ti renderai conto che è molto difficile, a meno di smettere di sorridere o di cambiare qualcosa.

Lo sappiamo tutti, e da sempre, eppure spesso ce ne scordiamo!

La cosa più bella è che SE ASSUMIAMO LA POSIZIONE GIUSTA, IL NOSTRO ATTEGGIAMENTO SI MODIFICHERA’ DI CONSEGUENZA!
Il legame è doppio: se pensiamo cose brutte assumeremo una postura negativa, e viceversa.

Ma lo stesso avviene IN POSITIVO. Quindi, ecco il primo strumento della triade:

 

Corsi Linguaggio del corpoI migliori corsi in Linguaggio del corpo e PNL
li trovi solo presso FormaeMentis group.
Specialisti in linguaggio del corpo – Clicca qui – 

 

CAMBIA POSTURA!

Il secondo elemento della triade riguarda le IDEE o CREDENZE.

Quello che tu pensi deriva dalle tue credenze. Le quali derivano dalle esperienze che hai fatto e hai avuto, sia dirette (sperimentate da te in prima persona) sia indirette (insegnamenti ricevuti a scuola, dagli amici, dai genitori, dalla tv eccetera).

Ma tutte queste esperienze, per quanto per TE siano significative, sono la TUA interpretazione, e rimangono solo questo.

Avrai notato che ogni cosa può essere vista in modo diverso a seconda di chi parla e di chi ascolta.
L’esempio più banale è il risultato di una gara sportiva, come una partita.

Se la tua squadra ha perso, sarà stata una partita orrenda. Se avrà vinto, sarà l’esatto contrario.

Ma la partita è sempre la stessa!

La stessa identica cosa succede per tutto quanto!

Facciamo fatica a crederci o ad accettarlo, e tanti fra filosofi, psicologi, scienziati e studiosi di ogni campo hanno cercato di rendere oggettiva per TUTTI la realtà! E hanno sempre, purtroppo, fallito…

La scienza stessa, con tutti i successi che ha conseguito negli ultimi secoli si è dovuta arrendere sul fatto dell’oggettività TOTALE.

Questo perché abbiamo bisogno di dare la NOSTRA interpretazione alla realtà, e ognuno di noi avrà la sua personale a seconda delle esperienze ricevute.

È risaputo ad esempio che i differenti animali e le piante hanno una diversa interpretazione della realtà.

È dovuto alle differenze prima di tutto fisiche (organi di senso differenti, cervello differente) rispetto a noi.

Ma, almeno per gli animali più evoluti, è dovuto anche alle esperienze personali di una singola creatura.

Per chi ha un animale domestico questo sarà evidentissimo: un gatto o un cane hanno comportamenti UNICI, che ha appreso durante la sua vita con noi, e che lo renderanno diverso da un altro cane o gatto incontrato.

Questo vale in modo molto più marcato per la nostra specie, che basa la stragrande maggior parte di ciò che fa sulle ESPERIENZE piuttosto che sugli istinti.

 

TelegramBadge

 


 

 

extraContenuti extra

Accedi al contenuto extra di questo articolo e guarda il video che ti propongo per riflettere su l’articolo appena letto.
Clicca qui sotto:

 

 

 

Acquista online

Come ottenere ciò che vuoi

Per approfondimentiCome ottenere ciò che vuoi di fabio pandiscia e antonio meridda – ediz. Franco Angeli

Lo trovi in tutte le librerie oppure nella pagina autore del giardino dei libri, dove trovi tutte le mie pubblicazioni  - clicca qui -

Di cosa tratta:

Seguendo un percorso preciso e lineare, il volume illustra le tecniche fondamentali per raggiungere gli obiettivi che ogni persona desidera e merita: nel lavoro, in famiglia, nella vita di tutti i giorni.

La metodologia proposta è frutto di un mix in grado di permettere a chiunque di realizzare i propri sogni.

Un obiettivo non è descrivibile come un “desiderio”. Non è un qualcosa che ci “piacerebbe raggiungere”.
È una mèta alla quale aspirare veramente.

È, e deve essere, la cosa più importante per noi.

Recenti studi indicano che solo il 3% delle persone riesce a raggiungere i propri obiettivi. Come è possibile?

Noi esseri umani abbiamo il grande dono di poter decidere praticamente qualunque cosa, ma spesso sembra che ce ne scordiamo. Decidiamo ogni giorno, a volte senza neanche accorgerci di come e quando lo facciamo.

Non esistono persone che non decidono. Magari alcuni decidono con difficoltà. Magari altri hanno paura. Ma non è possibile non decidere.

In questo libro vengono svelate le paure, le credenze e i vantaggi secondari nascosti dietro ogni occasione mancata che ci impediscono spesso di raggiungere ciò che vogliamo. Seguendo un percorso preciso e lineare, gli autori svelano i metodi per abbattere tali paure e credenze e illustrano le tecniche fondamentali per raggiungere gli obiettivi che ogni persona desidera e merita nel lavoro, in famiglia, nella vita di tutti i giorni.

Le tecniche presentate permettono a chiunque di realizzare i propri sogni e il piano di azione che illustrano potrà essere di volta in volta personalizzato.

Se sei una persona che non riesce a raggiungere ciò cui aspira o se ancora non lo hai raggiunto dopo innumerevoli tentativi, forse non è sbagliato ciò che desideri.

È solo sbagliata la strategia che usi.

 

 

 


SEGUI IL GRUPPO FACEBOOK - LINGUAGGIO DEL CORPO

SEGUI IL GRUPPO LINKEDIN - LINGUAGGIO DEL CORPO