enneagrammaIn questo post descriverò una metodologia efficace e molto potente per capire meglio gli altri e noi stessi: l’enneagramma. Per chi vuole approfondire l’argomento lo trova nel mio libro Comunicare con la PNL – edizioni Franco Angeli, che ho scritto qualche anno fa in collaborazione con il mio collega dr Meridda.

La stessa parola deriva da enne (9) e gramma (disegno).

Come si può intuire da ciò, è il disegno dei 9.
Non c’entra con il gioco dei 9, né con il gioco del tris!

Si tratta invece di un antico metodo, riscoperto in occidente verso la metà del 1900 e fuso in modo efficace con la moderna psicologia.

In base a ciò, ogni essere umano ricade in uno dei 9 archetipi mentali di base.

Ovvero, corrisponde per modo di agire e di pensare, a grandi linee, a uno degli schemi mentali dell’enneagramma, detti enneatipi.

Rimandiamo ad altri libri specifici l’analisi approfondita di ogni enneatipo, alla fine del post te ne consiglio 2 veramente meravigliosi.

Quel che vorrei fornirti qui è il metodo per “estrarre” in modo semplice e immediato il carattere “di fondo” di chi hai davanti, in modo da poterti relazionare nel modo migliore possibile.
enneagramma

Per prima cosa, distinguiamo i 9 enneatipi in base a ciò che gli origina, ovvero la loro paura fondamentale.

Proprio così: in quanto umani, tutti noi costruiamo la nostra vita intorno a ciò che più ci spaventa, in modo che sia il più lontano possibile da noi.

ENNEAGRAMMA DELLA PAURA

I 9 tipi, in base alla paura, sono detti:
Tipo 1 – il perfezionista. Paura: non essere accettato
Tipo 2 – l’altruista. Paura: essere solo
Tipo 3 – il manager. Paura: fallire
Tipo 4 – il romantico tragico. Paura: i propri sentimenti
Tipo 5 – l’eremita. Paura: mancanza di privacy
Tipo 6 – lo scettico leale. Paura: essere imbrogliato
Tipo 7 – l’epicureo. Paura: annoiarsi
Tipo 8 – il boss. Paura: essere sottomesso
Tipo 9 – il diplomatico. Paura: la confusione, il caos

Passiamo ora alla descrizione dei singoli enneatipi

 

TIPO 1 – IL PERFEZIONISTA

Il nome indica bene con chi abbiamo a che fare.
Il tipo 1 è ossessionato dall’idea di essere fuori posto e di essere meno che perfetto.

In qualsiasi campo si dedichi, vuole risultare impeccabile.
Questo non vuol dire che non sbagli, purtroppo per lui.

Ma mentre un altro tipo potrebbe superare la cosa senza troppi traumi, per lui sbagliando non si impara un bel nulla, se non che si ha fatto male qualcosa.

E questo non lo sopporta!

È facile che gli 1 siano tormentati per decenni da cose capitate di secondaria importanza, ma che ne hanno, secondo la loro logica, macchiato in modo indelebile il loro onore in qualcosa.

L’ideale dell’1 è quello del bravo bambino, e quel che più adora è ricevere delle lodi, soprattutto per quello che fa, mentre detesta essere superato e passare in secondo piano in qualcosa in cui si ritiene abile.

La sua ossessione per il controllo è leggendaria, e il suo costante bisogno di migliorarsi in tutto lo rende di solito ammirabile per mille motivi.

decidereÈ ipercritico, sia verso sé stesso che, purtroppo per lui, verso gli altri.

Dal suo punto di vista sta facendo delle critiche costruttive, perché sono feedback che vorrebbe ricevere per potersi migliorare.

L’effetto sugli altri è quello di avere intorno un noioso e seccante pignolo, sempre pronto a notare ogni minimo difetto e a rimarcarlo.

Ha una fortissima spinta verso la “giustizia”, o meglio quella che identifica come tale, e che non permette sia oscurata in alcun modo.

Per l’1 il mondo è bianco e nero, senza sfumature intermedie, e la giustizia è facile da identificare: è la sua parte.

Infatti, a prescindere da tutto, non si schiera mai contro ciò che ritiene essere il “bene”.

Come andare d’accordo con un 1:
– fagli capire che ascolti i suoi consigli
– apprezza il suo lavoro
– quando sbaglia confortalo
– riconosci quando sbagli e assumiti le tue responsabilit
– schierati dalla sua parte
– cura i dettagli di ogni cosa (abbigliamento, cura del corpo, modo di mangiare)

 

TIPO 2 – L’ALTRUISTA

Il 2 adora aiutare gli altri e sentirsi utile.

Quel che più desidera è stare con altra gente, ancora meglio se apprezzano la sua compagnia.
Per ottenere questo fine è disposto a tutto, anche a rinunciare alle proprie idee personali (cosa che in genere fa, per non risultare troppo antipatico).

La cosa che più lo spaventa è la solitudine e l’idea di stare per conto suo.
Infatti, non riesce proprio a capire che scopo potrebbe esserci senza altre persone. Adora fare lavori dove può sfruttare questa dote, come l’esperto in relazioni personali, impegnato nel sociale, l’infermiere.

Posti dove può entrare in contatto con più gente possibile. La verità è che ci sa proprio fare con gli altri!
È un abilissimo seduttore, proprio perché quel che più di ogni altro un seduttore fa è apprezzare il proprio interlocutore e dimostrarlo senza remore.

In pochi sanno resistere a chi ci ritiene interessanti, piacevoli, simpatici, ed è proprio così che agisce il 2.

In realtà è molto vanitoso, e adora sentirsi dire di essere indispensabile.
Quindi, è sempre pronto a farsi in 4 per gli altri, pur di sapere di essere apprezzato per questo.

Quel che muove il 2 è proprio il voler soddisfare la propria vanità e il bisogno di sentirsi necessario.
E lo è davvero: quando qualcuno è in difficoltà, il 2 è sempre pronto a prestare la sua opera, in tutti i modi che conosce.

Come andare d’accordo con un 2:
– renditi disponibile ad aiutare chi ha bisogno
– dimostrati interessato agli altri e ai suoi problemi personali
– apprezza i suoi sforzi e il suo impegno per gli altri
– basati sulle emozioni e i sentimenti per relazionarti con lui
– lodalo per il suo operato altruista
– fallo sentire indispensabile e desiderato
– sii sempre socievole e sorridi spesso

TIPO 3 – IL MANAGER

silhouettes-816492__180
In questo momento storico, è il più apprezzato e diffuso tra gli enneatipi al lavoro!

Il suo schema mentale è puntato ad avere una sola cosa: il successo.
Come questo lo si ottenga, passa in secondo piano e non gli importa.

Infatti il più grave difetto che gli altri tipi notano in lui è proprio la mancanza di scrupoli e di ideali che spesso lo muove.

È capace di calpestare tutti quelli che lo ostacolano o che si frappongono fra lui e il suo sogno, anche se hanno ragione a farlo.

L’apparenza è quel che più conta per lui, e difatti tende a seguire la moda, specie se è una donna, e le novità tecnologiche se è un uomo.

Adora sfoggiare gli ultimi e più costosi modelli, testimonianza del suo status e quindi del suo successo.

Non gli piace invece riflettere su ambiti filosofici e vuoti: preferisce l’azione al pensiero, a meno che questo non sia finalizzato all’ottenere qualcosa.

È molto abile a conseguire i propri obiettivi, che pianifica con meticolosità e cura, in modo da poterli realizzare secondo le sue precise idee.

La sua più grave paura è fallire, specie nella “corsa alla vita”.
In pratica, ha il terrore di essere povero e senza possibilità di rivalsa, mentre quel che sogna è diventare famoso per i suoi meriti.

Questo lo porta ad essere una meravigliosa “copertina”, con scarso materiale.

Tutta apparenza e poca sostanza.
Essendo l’incarnazione del manager, è su questo enneatipo che si fanno le selezioni in ambito economico, con danni considerevoli: per funzionare bene, in tutti gli ambiti servono sempre una mescolanza dei 9 tipi, o si ottiene un disastro.

Come andare d’accordo con un 3:
– sii attivo e pronto all’azione
– sii sempre ottimista
– interessati a quello che fa
– dimostra di essere incrollabile e di non arrenderti mai
– non chiamarlo mai “perdente”
– ammira ciò che riesce ad ottenere e i suoi successi

TIPO 4 – IL ROMANTICO TRAGICO

heart-462873__180Il nome è tutto un programma!

Questo enneatipo vive per le sensazioni e le emozioni, e poco lo interessa del mondo “esteriore”.

Quel che conta è come ci si sente, più che come si sta per davvero.
Per questo, è spesso preda di continue crisi depressive, dato che ogni cosa può generare un motivo di tristezza.

È invece molto meno facile che diventi allegro di colpo, anche se pure questa condizione si verifica di tanto in tanto.

Dolore e sofferenza sembrano essere compagni fissi del 4, che in effetti tende a seguire più i propri pensieri negativi.

Anche quando ha ciò che vuole, come l’amore – suo primo motore – è facile che si lasci andare alla nostalgia, rimpiangendo qualcosa che non c’è e il passato che non è più.
Anche se è romantico e passionale, in realtà ciò che lo affascina è più lo stato mentale che da ciò deriva del risultato vero e proprio.

Ottenuto l’amore, infatti, trova sempre qualche cosa di negativo in esso: non per nulla si chiama romantico tragico.

Ciò di cui ha più paura sono i suoi sentimenti, e trovare un senso di fine in essi: vuole sempre essere stimolato nel suo lato tragico.

È facile che si commuova per qualcosa, mentre è molto difficile che agisca per porre fine a ciò che ha causato il dolore.
Ha una spiccatissima sensibilità artistica, che lo rendono molto abile nelle arti di tipo parlato e musicale, e anche nella danza.
Non è invece molto portato per le arti come la scultura e la pittura, anche se talvolta se la cava anche in esse.

Di solito fa due lavori: uno per pagarsi le spese, noioso e ripetitivo, e l’altro per la pura passione di farlo, il suo lavoro artistico.

È questo molto più di un hobby, anche se è trattato più o meno come questo.

L’idea stessa di ricavare dei soldi dal suo lato emotivo non lo gradisce per nulla, e quindi preferisce tenerlo come qualcosa che non gli dà da mangiare ma che, proprio per questo, è libero dalle influenze del vile mercato.
È spesso un ribelle anticonformista, perché detesta le divise e il grigiore che da esse derivano, o i “gioghi del potere”, di qualsiasi tipo.

Come andare d’accordo con un 4:
– discuti d’arte: poesia, teatro, danza e musica soprattutto
– apprezza il suo essere originale e anticonformista
– apprezza il suo talento artistico se ti chiede conferma
– parla con sincerità e non nascondere la tua sofferenza
– apprezza la sua eccentricità

 

TIPO 5 – L’EREMITA

hermit-54748__180
Il 5 non apprezza per nulla la folla e la confusione che da essa deriva, anzi.
Il suo ideale di giornata è opposto, e dedicato allo studio.

Infatti, ciò che più apprezza è la conoscenza. È molto profondo, e va oltre la semplice apparenza.

Questo modo di agire, però, lo porta ad essere molto poco attento al proprio modo di parlare, vestirsi e comportarsi, facendolo passare per antipatico.

Non che lo irriti molto: preferisce parlare con poche persone scelte che essere osannato dalle masse di persone.

Il suo fine è sapere e capire, e per queste cose serve molto cervello e ben poco cuore.
Disprezza chi vive in base ai semplici scatti emotivi, e ritiene inaffidabile chi invece si affida al proprio “cuore” per fare le scelte.

Ha bisogno di privacy e detesta “aprirsi” agli altri, specie e soprattutto con chi non è uno dei suoi pochissimi amici intimi.
Ciò di cui ha più paura è infatti vivere senza avere un proprio spazio privato personale, un luogo segreto in cui essere sé stesso.

Non ama spendere, né soldi né “smancerie”, e infatti è l’avarizia a contraddistinguerlo.
Preferisce spendere soldi per le cose che valgono davvero, come la cultura, e anche qui ci andrà con i piedi di piombo.

Ma non è privo di soldi, solo non trova motivo nel pagare una cena costosa o un vestito di classe, quando basta riempirsi la pancia e coprirsi per sopravvivere.

Detesta chi lo giudica privo di morale e scrupoli.
Ne ha, di entrambi, ma ritiene che per la conoscenza siano entrambi “sacrificabili”.

È quasi sempre un esperto assoluto in qualche ambito, meglio ancora se si tratta di argomenti sconosciuti ai più, come i versi dei poeti indiani del VI secolo o la riproduzione della Dendrobates geneii.

La conoscenza “di massa”, invece, lo affascina poco.  Per lo più adora imparare, e non insegnare.

Come andare d’accordo con un 5:
– apprezza i suoi consigli
– non mettere mai in dubbio le sue fonti
– rispetta la sua privacy e il suo silenzio
– dimostra organizzazione
– basati sulla fredda logica quando discuti con lui, e non sull’emotività

 

TIPO 6 – LO SCETTICO LEALE

scetticoQuesto enneatipo si suddivide in due sottotipi, a seconda di come reagisce alla paura.
Quel che lo contraddistingue è infatti proprio la paura per qualcosa.

Se reagisce con forza e aggressività, si dirà controfobico.

Se invece sarà sottomesso e spaventato, è fobico.

In entrambi i casi, la cosa di cui ha più paura è sempre l’essere ingannato, imbrogliato, truffato.
Detesta chi mente, per qualsiasi motivo, ed è molto abile ad accorgersi di chi lo sto facendo.

Non si fida di nessuno, eccetto che delle realtà “superiori”, come lo Stato, la religione, le forze dell’ordine, l’esercito.
Per esse ha la più cieca fede, ai limiti del fanatismo, e non ammette chi osa metterle in dubbio o minacciarle in alcun modo.

La sua versione fobica è spesso preda delle paure, per lo più immaginarie, che perseguitano il 6, e che per questo non troverà mai un luogo tranquillo.
Il 6 controfobico invece attacca chi lo minaccia, ad esempio chi è diverso da lui, o chi costituisce un problema per “l’ordine”.

Se trova qualcuno di cui fidarsi davvero, cambia tutto: con lui è leale e sincero, e vivrà il rapporto di complicità con ogni fibra del suo essere.

Tenderà a seguirlo e a fare come vuole, se questo non va contro i suoi principi.
Ha bisogno di qualcuno in cui credere, purtroppo la vita gli ha insegnato che tutti, prima o poi, “tradiscono”, dato che intende con questo termine anche una bugia di scarsa entità.

La sua capacità di trovare il falso è ammirevole ma anche molto seccante, perché è sempre alla ricerca del possibile raggiro e non si rilassa mai, coinvolgendo nel suo modo di fare nervoso anche gli altri.

Come andare d’accordo con un 6:
– verifica le fonti prima di parlare con lui di qualcosa
– sii d’accordo con lui per le questioni che contano
– digli il programma da seguire per ogni cosa
– sii sempre fedele e onesto verso lui e gli altri
– rispetta le autorit
– non obbligarlo a fare scelte sotto pressione
– sii sempre sincero
– avvertilo se vuoi prendere un’iniziativa che lo coinvolge

 

TIPO 7 – L’EPICUREO

clown-365375__180Questo è l’enneatipo più ricercato e più simpatico, e forse uno dei più diffusi oggi.
L’epicureo ha un solo grande nemico: la noia.

Pur di evitarla, è disposto a qualsiasi cosa.
Allegro e spensierato, cerca sempre un motivo per divertirsi e rimandare le situazioni dolorose e spiacevoli.

È molto portato per le arti grafiche come la pittura e la scultura, e si dedica con entusiasmo a pressoché qualsiasi cosa in grado di distrarlo.

Non ha nessun pregiudizio ed è anzi aperto alle novità di ogni genere.
Tende a provare tutto prima di respingere qualcosa, anche usi o abitudini del tutto estranei alla sua cultura.

Questo modo di fare, se da un lato è piacevole e apprezzabile, dall’altro lo espone al rischio di lanciarsi in cose prive di senso o contrarie alla morale.
Non c’è nulla fuori dai limiti per un 7, perché in ogni cosa c’è una fuga dalla noia.

Ciò che infatti teme di più tale tipo è l’annoiarsi, anche se in realtà è la paura di doversi confrontare con il passato e il futuro.

Evita infatti (e detesta) prendersi responsabilità, di ogni tipo e genere.
Non gli piace l’idea di fermarsi, metter su famiglia, trovare un lavoro serio.

La vita va esplorata e vissuta, secondo il suo canone.
Questo però non vuol dire vivere di spensierate avventure, quanto come un adolescente: rimandando le decisioni serie e passando il tempo a divertirsi in mille imprese, per la maggior parte poco serie.

Il tipico Peter Pan, che a 40 anni vive come a 20, è spesso un 7 in cerca del proprio destino, che rifiuta l’idea per lui assurda di sistemarsi e continua a sognare e cercare qualcosa da fare per non annoiarsi.

Come andare d’accordo con un 7:
– sii ottimista e positivo
– sii sincero e diretto
– fai o parla di cose divertenti
– non parlargli di responsabilit
– non stargli addosso
– non controllarlo sempre
– fallo sentire libero di esprimersi senza pregiudizi

************************************************
Non sei ancora iscritto alla mia newsletter?
Allora clicca qui sotto
===> Iscriviti alla Newsletter <===
************************************************

 

TIPO 8 – IL BOSS

businessman-432662__180Forte, dominante, prepotente, deciso.
Colui che incarna il perfetto “uomo virile” è l’8, detto appunto il boss.

Detesta obbedire agli altri, e rispetta un solo concetto: la forza.

Chi ha il potere deve dimostrare di essere in grado di gestirlo, mentre chi lo raggiunge grazie a raccomandazioni o inganni (ovvero senza essere un “vero duro”) non ha né il suo rispetto né la sua obbedienza.

Può diventare un vero leader, ed è il classico “capo nato”, carismatico e capace di farsi accettare da chiunque, ma spesso utilizza anche la violenza per ottenere il suo scopo.

Infatti per lui il fine giustifica i mezzi, e non ci sono metodi sleali quando si lotta per il comando.

Dispotico e potente, divide il mondo in due categorie: quelli che stanno con lui (sotto di lui, sia ben chiaro) e quelli contro.
Per questi ultimi c’è un solo destino: la lotta contro di lui, fino a che uno dei due non crolla.

Rispetta i forti, ed è anche disposto a seguire qualcuno che dimostra di “aver fegato” e di essere più forte e deciso di lui.
Quasi sempre però, essendo molto ambizioso, cercherà di superarlo per prenderne il posto.

Non sopporta i deboli, e l’unico suo concetto con cui questi possono esistere è sotto la sua ala protettrice.

Nel caso però che questi gli giurino sottomissione ed obbedienza, ecco che le cose cambiano del tutto: da buon capobranco, protegge i suoi deboli accoliti anche a costo della vita, perché è un vero leader e non si sottrae alle sue responsabilità.

È molto lussurioso, nel senso sia sessuale e diretto del termine, sia come concetto di “non averne mai abbastanza”.
È spesso goloso e sregolato, perché quando vuole qualcosa se la prende, non si controlla mai, sia che si tratti di sesso, cibo, divertimenti o denaro.

Questo modo di agire lo mette di solito nei posti chiave del potere, e a lui sta benissimo.

Una volta che ha il controllo, però, è difficile che si dedichi agli altri, dato che il motivo per cui è arrivato “in alto” non è quasi mai l’amore per il prossimo quanto la sete di potere pura e semplice.

Come andare d’accordo con un 8:
– mantieni gli impegni che ti prendi
– dimostra di saper difendere con forza le tue idee e convinzioni
– lasciagli il suo spazio vitale
– se possibile, fai come dice (se non va contro una tua idea)
– ascolta quello che dice

 

TIPO 9: IL DIPLOMATICO

diplomaticoUltimo ad essere descritto, è il conciliante e pacato tipo 9.
Per il diplomatico ciò che conta di più è la pace e l’armonia.

Non si tratta però di un tenero bonaccione, la verità è che detesta il caos, la confusione e il chiasso.
Gli piace vivere con calma e non ha in genere molti grilli per la testa, apprezzando una vita dolce e tranquilla.

È spesso abitudinario e regge molto bene la routine, mentre detesta doversi adattare a nuovi scenari, peggio ancora se dominati dalla confusione.

È molto utile averlo vicino in caso di stress e rabbia, perché è capace di annullare ogni animosità con il suo modo di fare rilassato e riflessivo.

In genere detesta schierarsi con qualcuno, perché per lui la ragione non è mai da una sola parte, e ci sono sempre dei buoni motivi anche per chi è in torto.

Questo modo di fare lo porta a non realizzare mai le sue passioni.

Infatti, se qualcosa può dar fastidio a qualcuno, cerca di evitare di farlo, in nome del bene comune.

Di solito apprezza le cose semplici e che non richiedono troppa fatica, come le passeggiate, ascoltare musica, disegnare.

È spesso attirato dalla meditazione ed è molto abile a estraniarsi per riuscire a concentrarsi meglio.
Non ha molti grilli per la testa, né grandi ambizioni, di solito.

È un ottimo paciere, e per questo è detto diplomatico, perché ha una conoscenza intuitiva della natura umana, che gli permette di capire come mettere tutti d’accordo senza dover ricorrere alla violenza, che detesta con tutto sé stesso.

 

Come andare d’accordo con un 9:

– rispetta i suoi tempi quando parla, ha bisogno di esporre con calma le sue idee
– evita i confronti, specie quelli verbali
– parla di vari argomenti
– cerca di vedere l’altra faccia della medaglia
– aiutalo a organizzare gli impegni
– chiedigli aiuto per risolvere un conflitto

Bene, ora conosci tutto l’enneagramma, e puoi applicarlo quando conosci qualcuno.

Parti dall’idea che chiunque ricade in uno dei nove tipi in modo da poter trovare più in fretta quello della persona con cui stai parlando.

Anche se le prime volte può sembrarti difficile, dopo alcuni tentativi ti renderai conto di come è facile farlo, e di come i metaprogrammi e i canali d’accesso ti aiutino in quest’analisi, per poter ottenere il massimo del rapport in una manciata di secondi.

Se ti è piaciuto l’articolo ti prego di condividerlo e se puoi, lascia un commento.

Un saluti

Fabio

 

TelegramBadge

 

SEGUI IL GRUPPO LINKEDIN - LINGUAGGIO DEL CORPO

 


 

 

Per approfondimenti consiglio gli ebook del mio amico dr Meridda

 

enneagramma-per-tutti-comprendersi-ed-evolvere-attraverso-l-enneagrammaEnneagramma per Tutti (eBook)

Comprendersi ed evolvere attraverso l’enneagramma

Ogni personalità, per quanto sfuggente o complessa, segue un determinato schema di riferimento: questa è la premessa da cui parte questo ebook. Inizia a conoscere meglio te stesso e gli altri attraverso la tecnica dell’Enneagramma relazionale.
Scopri la suddivisione dei tipi umani in 9 personalità e impara a individuare la tua e quella di chi ti circonda.

 

l-enneagramma-della-seduzione-tecniche-per-riconoscere-e-attrarre-il-part

L’Enneagramma della Seduzione (eBook)

Tecniche per riconoscere e attrarre il partner dei tuoi sogni

 Conquista il partner dei tuoi sogni! Grazie a questo agile e utile ebooket scoprirai come applicare alla seduzione i segreti dell’enneagramma, affinando le tue armi per attrarre la tua lei o il tuo lui.

Seguendo gli ironici consigli dell’autore imparerai prima di tutto a capire che “tipo” sei tu, e poi a mettere in atto le strategie più adatte per affascinare il tuo amato.

 


Se preferisci un libro cartaceo c’è:

 

Acquista online

Comunicare con la PNL

Per avere successo nel lavoro con la PNL e le tecniche di comunicazione non verbale

Oggi si lavora freneticamente: con smart phone, e-mail, ipad e così via. Cresce la tecnologia, ma si riduce la capacità di comunicare! E così facendo si logorano i rapporti tra le persone, che finiscono per odiare il proprio mestiere e i propri colleghi.

Comunicare con la PNL vi insegnerà a comprendere gli altri per comunicare davvero e al meglio. Per avere successo nel vostro lavoro (e non solo).

Se migliora la comunicazione, migliorano le relazioni con gli altri. E se i rapporti con gli altri si sciolgono, si ottengono sia benefici diretti (come riuscire a lavorare meglio e di più, o ottenere aumenti di stipendio), sia benefici indiretti (ad esempio, si potrà godere della compagnia dei colleghi e vivere con più serenità).

Con questo libro:

  • potrete scoprire i sistemi più pratici e utili per capire i vostri colleghi, compresi quelli del sesso opposto;
  • riuscirete a interpretare il linguaggio del corpo e a presentarvi nel modo più corretto ed efficace;
  • imparerete a capire chi avete davanti – italiano o straniero che sia – per evitare gaffe e poter sfruttare meglio la situazione.